Turchia: I cantieri di oggi e di domani.

04-05-2018

Se la città di Diyarbakir, in Turchia, può essere considerata la porta per il Medio Oriente, i macchinari MB Crusher sono ormai diventati la porta per i cantieri di oggi e di domani.

Situata a 1400 chilometri a Sudest di Istanbul lungo le sponde del fiumi Tigri, Diyarbakir - Amed in curdo – è una città di forte interesse culturale: la sua città vecchia, circondata da 6 chilometri di mura romane e bizantine, e i giardini Hevsel, sul Tigri, sono stati dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell'Umanità.

Diyarbakir è la porta per il Medio Oriente. È la porta commerciale, culturale e sociale dell'Anatolia, con il suo significato storico, strategico e logistico. E’ tempo quindi di investire, perché negli anni a venire ci sarà molto dinamismo economico". A parlare è il Governatore Hasan Basri GÜZELOĞLU, durante il discorso di apertura della fiera dell’Edilizia e delle Costruzioni del Medio Oriente, organizzata sempre a Dyiabarkir lo scorso marzo.

 

Tempo di investire, quindi, in un Paese come la Turchia, la cui economia dal 2017 è tornata a crescere con valori superiori al 5%. E dove sta crescendo anche la domanda di macchine movimento terra e la produzione di aggregati si avvicina ai numeri di paesi come la Germania.

Terreno fertile per i macchinari MB Crusher, che offrono moderne soluzioni di lavoro in cava e in cantiere, nuove forme di guadagno per chi li utilizza, e soprattutto nuove opportunità di lavoro per chi le sceglie.

Benne frantoio e benne vaglianti MB si applicano a qualsiasi macchina operatrice e semplificano le operazioni di frantumazione, vagliatura e riutilizzo degli inerti (sia in cava che in cantiere), consentendo importanti guadagni per le imprese. Un vantaggio non da poco, soprattutto in un Paese dove c’è ancora tanto da ricostruire, dove sono in corso grandi progetti di infrastrutture e dove l’attività nei grandi siti estrattivi è fiorente.

Anche MB Crusher era presente alla fiera di Dyiabarkir, nello stand del distributore locale Borusan Makina. L’interesse dei visitatori, arrivati anche dalle vicine Iran, Iraq e Tunisia, e dello stesso Governatore, è stato molto alto: come in un vero cantiere, la benna frantoio BF90.3 ha lavorato su un escavatore Caterpillar, frantumando basalto, pietre di fiume e calcare. In esposizione anche una benna vagliante MB-S18. Entrambe sono arrivate in fiera subito dopo una giornata di dimostrazioni esclusive, dedicata ai più importanti contractors del Paese e organizzata nella sede di Borusan Makina a Dyiabarkir.

Entrambe saranno nuovamente in demo con la collaborazione di Borusan Makina nei mesi di Maggio e Giugno. Gli eventi sono previsti in molte località importanti della Turchia: nella zona Europea di Istanbul, ad Ankara, Adana, Bursa e ultima, ma non meno importante Izmir.