A 2400 metri di altitudine con la Benna Frantoio MB

Non è di certo una montagna a fermare la benna frantoio MB. E neppure una seggiovia.

Perché dove c'è da frantumare, da ridurre materiale per recuperarlo, dove i grandi macchinari non riescono ad arrivare, ecco che la benna frantoio MB, prima nel suo genere a comparire nel mercato, è presente.

Siamo a circa 2400 metri sul livello del mare, esattamente sopra a Gressoney, in Valle d'Aosta, subito sotto la diga, da dove partirà una tubazione da 48" che porterà acqua alla centrale idroelettrica sottostante.

Ed è qui che sta lavorando la benna frantoio MB Crusher modello BF80.3, montata su un escavatore CAT319, per frantumare la roccia derivante dalle prime esplosioni (roccia molto dura, granito della famiglia del serpentino) e che servirà per la copertura delle tubazioni.

I lavori sono stati presi in carico dal Consorzio d'Imprese locale. Per quanto riguarda la parte di realizzazione delle canalizzazioni e relativo riempimento degli scavi, i lavori sono in carico all'azienda Cogeis SpA di Quincinetto, in provincia di Torino.

E non ci sono stati dubbi per Cogeis S.p.A.: la soluzione migliore è stata la benna frantoio MB. Perché il cantiere è situato in cima alla montagna, e i mezzi ci possono arrivare solo tramite teleferica. Perché lo spazio è comunque ristretto e c'è bisogno di un'attrezzatura versatile e compatta. Perché l'escavatore dovevano portarlo in ogni caso (è stato smontato in tre pezzi per problemi di peso, portato a quota 2400 Mt. slm con la teleferica e rimontato) e quindi la macchina operatrice c'era già. Bastava solo applicarci l'attrezzattura giusta, come appunto la benna frantoio MB.

La benna frantoio MB si presta facilmente a questo genere di lavori, intanto funziona come una benna, quindi raccoglie, solleva, trasporta e scarica materiale sfuso, poi riduce il materiale di risulta alla pezzatura necessaria, basta aggiungere o togliere alcuni spessori (tutto questo in meno di cinque minuti) per ottenere materiale della pezzatura desiderata.

Cosa molto importante, il materiale può essere riutilizzato direttamente in loco, in questo caso per coprire le tubazioni che porteranno l'acqua a valle. E questa semplice operazione consente di risparmiare tempo, energia e risorse.

Nel caso dei lavori a Gressoney, l'alternativa, sarebbe stata quella di portare a valle il materiale esploso, frantumarlo e riportarlo nuovamente in cima, calcolando che la teleferica disponibile ha una portata massima di 60/70 quintali. Basta quindi fare un veloce calcolo per capire quanti viaggi si sarebbero dovuti fare e a quale costo se non ci fosse stata la benna frantoio MB.

Non da ultimo, il funzionamento della benna frantoio MB è estremamente semplice, in quanto funziona sfruttando l'impianto idraulico della macchina operatrice su cui viene montata. Praticamente si tratta di una vera e propria tecnologia rivoluzionaria: punto di partenza, infatti, è l'applicazione di un frantoio a una benna con la possibilità di frantumare gli inerti direttamente sul posto, limitando al minimo le necessità di rifornimento e trasporto e fornendo una soluzione efficace a problematiche come il riempimento di scavi o lo stoccaggio di materiali difficilmente riciclabili sul posto.

Non ci poteva essere posto migliore come la cima di una montagna per dimostrarlo. Tra l'altro la benna frantoio MB può frantumare qualsiasi materiale  (ad eccezione del ferro), anche quelli più duri e resistenti, proprio perché è realizzata con le più alte tecnologie e con i migliori materiali (basti ricordare che le benne frantoio MB sono certificate, tra le altre cose, Hardox in my Body).